Accesso ai servizi

Bosco di Roletto

Di particolare interesse naturale è il Bosco di Roletto, zona di equilibrio ambientale costituita dall’amministrazione comunale, dai volontari dell’AIB di Roletto e dalla sezione pinerolese del WWF nel 1987 in collaborazione con la Comunità Montana “Pinerolese Pedemontano” e i proprietari privati dei boschi attigui alla Rocca Vautero.
Il Bosco rappresenta un’area accessibile ai ragazzi in età scolare e pertanto usato a scopo didattico ma anche ad adulti amanti di riposanti passeggiate in un ambiente naturale, non ancora particolarmente alternato dall’intervento dell’uomo.
Nella parte inferiore i boschi sono misti di latifoglie. Le specie più abbondanti sono il castagno ed il rovere. Più sporadicamente troviamo invece la betulla, il pioppo tremolo, il ciliegio selvatico, il nocciolo e la rosa selvatica.
Il sottobosco non è molto ricco, data l’ombrosità degli alberi: vi troviamo la felce aquilina e la felce dolce, la cicerchia montana, la luzula e il brugo.
Nella parte superiore il bosco diventa quasi prevalentemente di pino silvestre. Nel sottobosco troviamo il ginepro, il garofano dei certosini e alcune graminacee.
Tra gli animali presenti citiamo il capriolo, il cinghiale, la volpe, la donnola, la faina, lo scoiattolo, il ghiro e il topo rosso.
Numerose le specie di uccelli, soprattutto ghiandaie, cince e picchi ma anche rapaci, prevalentemente poiane ed allocchi.
I funghi sono abbondanti e presenti in diverse specie, commestibili e velenose, dai gallinacci alle russole, dai boleti alle amanite.